Select Page

Texas Hold’em Live: 9 consigli utili

Segui questi 9 consigli e diventa un asso del Texas Hold’em Poker Live

 

1) Moderare l’aggressività quando si gioca a poker Texas Hold’em live

 

Uno degli errori comuni in cui incorrono moltissimi giocatori durante una partita live di Texas Hold’em Poker è quello di fare sfoggio di un’eccessiva aggressività al tavolo, sin dalle prime mani.

Mostrarsi decisi nei confronti degli avversari è uno degli aspetti fondamentali delle strategie per il poker, ma mostrarsi troppo aggressive giocando le proprie mani contro un singolo giocatore può portare a compiere delle scelte azzardate e a perdere una parte considerevole del vostro stack.

Quindi non rialzate (re-raise) troppe volte, perchè se siete ad un tavolo con molti giocatori esiste la concreta possibilità che ci sia una mano con un punteggio superiore.

 

2) Controllare i tell ai tavoli del Texas Hold’em Poker

 

Vi ricordate il famoso film “The Rounder” con Matt Damon, quando i professionisti di New York andavano a caccia di polli ad Atlantic City e li riconoscevano facilmente dai loro tells ed atteggiamenti ai tavoli del Texas Hold’em?

Allo stesso modo se non volete che gli altri giocatori leggano con facilità le vostre pocket cards dovete mantenere un atteggiamento il più possibile compassato e neutrale.

Soprattutto può capitare che un avversario attento possa arrivare a comprendere un tell che viene ripetuto più volte da un giocatore in una determinata circostanza e questo può diventare un’arma decisiva durante una partita di Texas Hold’em Poker.

 

3) Puntare usando come parametro il piatto (Pot)

 

Una buona strategia di gioco prevede necessariamente di adattare le proprie puntate al piatto (pot), in quanto una giocata troppo esigua non è di alcuna utilità, mentre un raise sproporzionato potrebbe scoprire le vostre tattiche di gioco per il Texas Hold’em.

Infatti se avete una mano discreta nelle prime fasi di gioco, puntare troppo poco vi espone al rischio di far entrare altri giocatori titubanti in azione e se il flop dovesse premiarli vi ritrovereste a perdere il vostro vantaggio.

Quindi è buona norma utilizzare come parametro per le proprie giocate la dimensione del piatto e parametrare su di esso il vostro stile di gioco per il Texas Hold’em Poker.

 

4) Non sottovalutare l’importanza della posizione nel Texas Hold’em Poker

 

Nei tavoli molto affollati non conta solamente il punto che avete in mano, ma soprattutto in che posizione di gioco vi trovate, perchè a seconda di essa dovete mutare la vostra strategia di gioco al tavolo del Texas Hold’em Poker.

Ovviamente la posizione migliore per giocare, come vi abbiamo spiegato nel precedente articolo,  è quella detta del “Bottone” (Button), in cui si è l’ultimo a parlare, dopo che tutti hanno già effettuato la propria giocata.

Giocare fuori posizione al poker Texas Hold’em vi espone al rischio di entrare in un piatto affollato da giocatori potenzialmente dotati di mani migliori rispetto alla vostra e ciò può causare guai seri.

 

5) Valutare il valore delle pocket cards in base al numero di avversari nel Poker

 

Il valore delle carte coperte (pocket cards) muta sostanzialmente a seconda che ci si trovi in un tavolo di Texas Hold’em con 3 avversari o in uno con 8.

Infatti essendoci molte più mani a contrastare la vostra, non è impossibile che ce ne sia una iniziale superiore, quindi si deve necessariamente limitare il range delle mani da giocare.

Ad es. Avere in mano un Asso e un Cinque con carte iniziali ad un tavolo con 3 giocatori può essere una mano discreta, sicuramente da giocare, ma in un tavolo con 8 players diventa una mano da valutare con prudenza.

 

6) Limitare il numero dell mani da giocare nel Texas Hold’em Poker

 

Un antico proverbio recita “la pazienza è la virtù dei forti” ed anche nel Texas Hold’em non bisogna sottovalutare la saggezza di questo adagio, che consiglia in buona sostanza di avere equilibrio e di attendere con fermezza il proprio momento.

Infatti giocare tutte le mani è un errore tipico dei principianti (come vi abbiamo spiegato nell’articolo dedicato agli errori dei principianti), i quali non avendo alcuna strategia di gioco si buttano a capofitto in azione tentando disperatamente di aggredire ogni piatto, ma la maggior parte delle volte ne escono fuori con le ossa rotte.

Quindi limitate il numero delle mani da giocare, tenete presenti i consigli n.4 e n.5, in particolare se decidete di non entrare nel piatto, limitatatevi d osservare con attenzione l’azione di gioco degli altri giocatori per comprenderne al meglio le loro strategie per il Texas Hold’em Poker.

 

7) Non innamorarsi delle proprie carte e imparare a foldare nel poker texano

 

Un aspetto fondamentale da tenere presente è che molto spesso saper fare fold è altrettanto importante che saper giocare al meglio una mano.

Il Texas Hold’em Poker è un gioco di strategia e si basa essenzialmente sul calcolo delle probabilità (odds), che subisce dei continui mutamenti con il progredire del gioco.

Si può aver ricevuto una mano molto buona pre-flop, ma se il flop ha totalmente mutato gli equilibri del tavolo bisogna avere la lucidità di foldare e non rischiare di entrare in un piatto rischioso.

 

8) Non rischiare troppo sul draw di colore nel Texas Hold’em Poker

 

Il Colore (flush) è un punto molto difficile da realizzare nel Texas Hold’em Poker, anche se si ricevono due carte delle stesso seme pre-flop, la percentuale di riuscire a chiudere un draw si attesta attorno all’8%, un pò basso per rischiare molte chips.

La speranza di chiudere un punto del genere deve essere attentamente valutata in base al costo del progetto e quindi se per avanzare nella fase di gioco sei costretto a pagare molto, folda ed evita ulteriori rischi.

Il poker Texas Hold’em è un gioco di probabilità e anche se ogni tanto la fortuna può dare una mano, nel lungo periodo assumersi dei grossi rischi in ogni partita eroderà sicuramente il bankroll.

 

9) Disciplina e Pazienza per vincere nel lungo periodo al Texas Hold’em Poker

 

Il consiglio finale è piuttosto generico, ma in realtà è quello più importante di tutti: giocate al Texas Hold’em Poker con equilibrio, disciplina e pazienza.

La vera differenza tra un giocatore vincente nel lungo periodo ed un pollo, magari con un winrate positivo nel breve periodo, è il sapere tenere sotto controllo le proprie emozioni e non farsi dominare da esse.

Vincere molte chips può incendiare il cervello e far sentire alla grande, così come perderne molte può spingere a rifarsi della perdita, ma un vero professionista deve sapersi controllare sia nei momenti buoni sia in quelli di sconfitta tenendo sempre presente l’obiettivo per cui gioca a Poker Texas Hold’em : la vittoria.

 

Le Strategie per il Poker

0
Connecting
Please wait...
Send a message

Sorry, we aren't online at the moment. Leave a message.

Your name
* Email
* Describe your issue
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
* Email
* Describe your issue
We're online!
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?
Free WordPress Themes, Free Android Games