Select Page

Bankroll: consigli di gestione per aspiranti Poker Pro

Per diventare un giocatore di poker professionista impara prima a gestire con accortezza il tuo Bankroll

 

Questo articolo della sezione strategie per il poker Texas Hold’em, parte da alcune riflessioni che l’aspirante poker pro deve necessariamente effettuare prima di fare il grande passo verso il mondo dei tavoli verdi, sia esso online o live.

Prima di compiere il grande salto verso il mondo dei professionisti del Texas Hold’em Poker è importante che voi facciate tutta una serie di considerazioni preliminari, al fine di fare chiarezza sulla vostra situazione e sull’opportunità economica di questa scelta.

 

1) Siete davvero dei giocatori vincenti al Texas Hold’em Poker?

 

La prima domanda a cui dovete dare una risposta esauriente è questa, e vi consigliamo di dare questa risposta dopo un’attenta analisi del vostro registro della contabilità per il Texas Hold’em Poker(vedi articolo).

Non basta giocare (vincendo) per pochi mesi per convincersi a fare il salto nella categoria dei professionisti, serve almeno un anno di gioco live al Texas Hold’em Poker ad alti livelli, con un adeguato livello di guadagno.

Se invece siete giocatorii di Texas Hold’em Poker online la media su cui calcolare il reale andamento delle vostre sessioni è di almeno 200.000 mani giocate.

 

2)  Gli swing negativi e il Bankroll nel Texas Hold’em Poker

 

Se avete risposto alla prima domanda e siete convinti della vostra scelta dovete tenere presente un’altra caratteristica propria del Texas Hold’em Poker: le inevitabili serie negative di sconfitte.

Il Texas Hold’em è un gioco di abilità, ma la componente “fortuna” nel breve periodo può essere penalizzante, causando brutti scherzi e portando a degli Swing negativi che possono farvi chiudere dei mesi in perdita.

Per mitigare questo aspetto negativo ineluttabile è fondamentale avere a disposizione un Bankroll adeguato che vi permetta di giocare con tranquillità, in quanto giocare in situazioni di difficoltà vi potrebbe condizionare psicologicamente in negativo, con effetti devastanti per le vostre performance.

 

3) Il Texas Hold’em Poker è un gioco remunerativo, ma non trascurate il resto

 

Se i vostri conti sono in ordine, se siete vincenti nel lungo periodo e se avete un adeguato Bankroll a disposizione potete prendere in considerazione l’idea di iniziare a giocare da professionisti, tuttavia non dovete pensare al Texas Hold’em Poker come un lavoro che farete per tutta la vita.

Questa constatazione parte da una riflessione piuttosto semplice: mantenersi con il Texas Hold’em Poker è divertente e può essere molto remunerativo, ma comporta anche degli aspetti negativi da non sottovalutare come ritmi di vita non sempre regolari, swing negativi, stress non banale, etc. etc.

Quindi il consiglio è quello di non trascurare i vostri studi e il vostro piano di carriera, ma di vivere l’esperienza di player pro di Texas Hold’em Poker come un periodo limitato della vostra vita in cui giocando con disciplina potrete mettere da parte un bel gruzzolo con cui affrontare con maggior serenità il vostro futuro.

 

4) Mantenersi con il Texas Hold’em Poker è un vero e proprio lavoro

 

Adesso che siete a conoscenza degli aspetti preliminari dovete concentrarvi sull’aspetto principale della vostra scelta: il gioco.

Se volete fare del Texas Hold’em Poker un lavoro dovete giocare con disciplina e costanza, al fine di raggiungere un volume di gioco ottimale, che vi porti un buon guadagno nel lungo periodo.

Ovviamente sono importanti anche i momenti di pausa e di relax, tuttavia non dimenticate che l’unico modo per ottenere successo in questo settore è un impegno costante e una disciplina ferrea.

 

5) Gestione del Bankroll nel Texas Hold’em Poker (controllare le spese)

 

Il consiglio principale, come abbiamo già detto in un precedente articolo della sezione dedicata alla strategie generali per il casinò, è quello di tenere separato il Bankroll per il Texas Hold’em Poker dal conto corrente che utilizzate per le spese quotidiane (utenze, spesa alimentari, spese mediche etc), in modo da non confondere i campi e ritrovarvi a giocare per la vostra sopravvivenza.

Per quanto concerne l’ammontare del vostro Bankroll dovete necessariamente considerare in quale settore del Texas Hold’em Poker (cash game, live tournament, sit&go, freeroll) andrete ad operare e l’ammontare di guadagni che vi proponete di raggiungere.

Un consiglio ragionevole è quello di sommare alle spese di mantenimento un buon 20% e confrontarlo con il vostro Winrate, tenendo presente che per la disciplina Cash Game avrete bisogno di almeno 100 buy-in.

 

 

 

6) Assicuratevi un’ulteriore riserva di liquidità per giocare a Texas Hold’em Poker

 

Molte volte capita di vedere professionisti vincenti del Texas Hold’em Poker che si concedono uno stile di vita esagerato, come se fossero dei calciatori di Seria A, per voi ritrovarli in gravi difficoltà pochi mesi dopo a causa degli eccessi e di un lungo periodo di swing negativi.

Tenete presente che un giocatore professionista di Texas Hold’em Poker, diversamente rispetto ad un giocatore di calcio professionista, non riceve uno stipendio fisso indipendentemente dalle sue prestazioni, ma trae le sue risorse dal gioco che purtroppo abbiamo visto presenta degli inevitabili momenti negativi.

Quindi è fondamentale, anche quando siete vincenti nel lungo periodo, accontonare della liquidità aggiuntiva (almeno 3/4 mesi di spese) rispetto al vostro Bankroll e non utilizzarla se non per momenti di reale necessità (emergenze sanitarie/momenti di Swing negativi eccezionali). Questa riserva emergenziale deve rimanere sempre intatta e per le spese utilizzerete unicamente le risorse in eccesso.

 

7) Il Texas Hold’em Poker va gestito come un business

 

Insomma nella gestione del vostro Bankroll per il Texas Hold’em Poker dovete ragionare come un Amministratore di un’azienda, che suddivide il capitale in base agli obiettivi che vuole perseguire ed alle inevitabili spese che deve affrontare.

Se unirete a questa gestione accorta grande concentrazione nel gioco, perseveranza e professionalità, nel lungo periodo riuscirete senza dubbio a raggiungere gli obiettivi di vincita che vi siete imposti , infatt anche nel Texas Hold’em Poker è opportuno prevedere degli obiettivi di Stopwin.

 

Le Strategie per il Poker

0
Connecting
Please wait...
Send a message

Sorry, we aren't online at the moment. Leave a message.

Your name
* Email
* Describe your issue
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
* Email
* Describe your issue
We're online!
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?
Free WordPress Themes, Free Android Games